Apologia del particolare ebraico “sine ira et studio”: la filosofia politica di Simone Luzzatto
Saggi

Apologia del particolare ebraico “sine ira et studio”: la filosofia politica di Simone Luzzatto

  di Giuseppe Veltri* Nel 1638 usciva alle stampe, “appresso Gioanne Calleoni” in Venezia, il Discorso circa il stato de gl’Hebrei et in particolare dimoranti nell’inclita Città di Venetia[1] di Simone Luzzatto (ca. 1580 ?-1663), rilevante rabbino della comunità ebraica veneziana, conosciuto soprattutto per i suoi responsi di interesse intracomunitario. Questo libro è una pietra miliare … Continua a leggere

Una favolosa fragilità: Isabelle de Borchgrave al Museo Fortuny
Inside/Out/Speciali

Una favolosa fragilità: Isabelle de Borchgrave al Museo Fortuny

di Marco Faini Esiste a Venezia uno scrigno avvolto di perenne penombra, eppure trionfante di colore e glorioso di sfrenati arabeschi. Dietro Canal Grande, Campo san Beneto s’impicciolisce oppresso dalla mole gotica di palazzo Pesaro come uno zanni di commedia inchina sghembo il suo burbanzoso e iracondo padrone. Quel trionfo di ogive, colonnine tortili, leoni ròsi dalla … Continua a leggere

Franco De Faveri, “Venezia bianca”, Venezia, Marsilio, 1977
Recensioni

Franco De Faveri, “Venezia bianca”, Venezia, Marsilio, 1977

di Bruno Nacci Quando uscì da Marsilio nel 1977 il romanzo Venezia bianca di Franco De Faveri, italianista in Germania ma anche germanista in Italia, allievo di Ladislao Mittner, poteva già essere considerato un frutto fuori stagione di quella lunga e incerta  affermazione dello sperimentalismo (l’ennesimo) con tentazioni gauchiste che fu il Gruppo ’63. L’anno … Continua a leggere