‘Passaggi nell’aria’ di Lia Serafini
Poesia

‘Passaggi nell’aria’ di Lia Serafini

Lia Serafini, Passaggi nell’aria, Edizioni Forme libere (Il gheriglio 21), 2017   dalla Prefazione di Teresa Caligiure La silloge, la prima pubblicata dall’autrice, è divisa in tre sezioni e testimonia un lungo percorso creativo, poetico e musicale. Lia Serafini è, infatti, una musicista e una cantante di fama internazionale. La cura delle immagini e dei suoni, … Continua a leggere

La fiamma di un castagno: su “Legni” di Paolo Pistoletti.
Poesia/Saggi

La fiamma di un castagno: su “Legni” di Paolo Pistoletti.

Uno dei punti di forza della raccolta Legni (Borgomanero, Giuliano Ladolfi Editore, 2014) di Paolo Pistoletti è la possibilità che ha il lettore di riconoscersi nei fatti, nei luoghi e nei rapporti apparentemente minimi o anonimi del quotidiano post- postmoderno. Ma voglio subito chiarire e sottolineare che non si tratta qui dell’ennesimo poetare intorno alla … Continua a leggere

Librazione di agosto: Valerio Nardoni
Librazioni/Narrativa/Narrativa italiana/Speciali

Librazione di agosto: Valerio Nardoni

Non capita spesso di cominciare un libro e di finirlo tutto in una volta. Uno se lo ricorda bene quando gli succede. È andata così anche nel caso di Valerio Nardoni e del suo romanzo d’esordio, Capelli blu (Editore e/o, 2012). Si tratta di un raro esempio di scrittura essenziale, in apparenza molto semplice, quasi … Continua a leggere

Librazione di maggio: Luigi Socci
Librazioni/Poesia/Recensioni

Librazione di maggio: Luigi Socci

Il rovescio del dolore, titolo del “primo e ultimo” libro di Luigi Socci (italic pequod 2013, con nota di Massimo Raffaeli), è di per sé un’espressione ambivalente. Il dolore sembra infatti essere un genitivo in bilico tra oggettivo e soggettivo, come se ne trovano in quelle frasi esplicative che si imparano al liceo: “l’invidia degli … Continua a leggere

Librazione di febbraio – Vanni Santoni
Librazioni/Narrativa italiana/Poesia/Racconti/Recensioni/Speciali

Librazione di febbraio – Vanni Santoni

di Diego Bertelli* Per arrivare in treno da Firenze a Faenza ci sono due possibilità: la prima è passare da Bologna; la seconda, invece, è attraversare il Mugello partendo da Santa Maria Novella o salendo alla stazione di San Marco Vecchio, a Le Cure. Optando per questa scelta non si deve cambiare, ma per giungere … Continua a leggere

Marco Sonzogni: “ESEMPÎ.  Bestiario minimo” (6 poesie)
Poesia

Marco Sonzogni: “ESEMPÎ. Bestiario minimo” (6 poesie)

 di Marco Sonzogni* esempio (dal latino exemplum, der. di eximere ‘prender fuori’) s.m. 1.Fatto particolarmente illustrativo di una generalità teoricamente scontata…  Nella letteratura devota medievale, racconto a scopo edificante… 2. Qualsiasi individuo che rappresenti intera tutta la sua specie… 3. Caso individuale proposto all’altrui ammirazione o imitazione o riprovazione… · Ammaestramento, ammonimento… [Devoto-Oli, Il dizionario della … Continua a leggere

Patrizia Santi: forse il ’79
Poesia/Recensioni

Patrizia Santi: forse il ’79

di Sebastiano Aglieco Patrizia Santi, “frammenti, periferici”, prefazione di Alberto Bertoni, Società Editrice Fiorentina 2013 (collana “Ungarettiana”) C’è una dimensione di lingua monacale in questi testi che corteggiano il vuoto partendo da premesse:  ciò che è stato in un tempo, salvato dalle disfasie della memoria nelle pagine di  un piccolo diario dove sono segnati giorni, avvenimenti minimi: … Continua a leggere

La figura nascosta
Poesia

La figura nascosta

di Emma Pretti Mi sento molto vicina a Kurt Vonnegut, soprattutto per le intenzioni che vogliono essere sceme e  intelligenti allo stesso tempo (con la differenza che nel mio caso i propositi sono più scemi che intelligenti). Alla domanda di un giornalista: «quanto c’è di autobiografico o almeno direttamente autobiografico?», Vonnegut rispondeva: «A queste cose non ci … Continua a leggere

“Suite, o scioglimento” di Jean-Charles Vegliante
Poesia

“Suite, o scioglimento” di Jean-Charles Vegliante

di Jean-Charles Vegliante.  Amici dall’Italia mi chiedono testi poetici. Ma io scrivo solo testi poetici (se posso così dire), anche quando devo adempiere ai doveri comuni della vita accademica, ad esempio con relazioni scritte o brani di saggi. Mentre vado in facoltà – scale di casa, strade, metrò, altre strade – scribacchio ad esempio: “Le donne … Continua a leggere

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): Caterina Davinio
Diari newyorkesi/Poesia

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): Caterina Davinio

a cura di Alessandro Polcri Caterina Davinio  Poesie dalla raccolta inedita, Cadere all’infinito, 2012. ***  New York A queste ore oblique i raggi sono lance tra i grattaceli si specchiano sulle superfici traballanti degli autobus fanno irreali apparizioni sulle facciate dei palazzi sui mattoni rossi di Harlem accendono le scalette antincendio posano sulle aiuole, ciuffi d’erba … Continua a leggere

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): Simone Marchesi traduce Walt Whitman
Diari newyorkesi/Poesia

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): Simone Marchesi traduce Walt Whitman

Whitman, il poeta che, come New York, contiene moltitudini e si contraddice [«Do I contradict myself? / Very well, then, I contradict myself; / (I am large – I contain multitudes)»], ci dona oggi nelle belle traduzioni di Simone Marchesi un antico ma ancora vivo ritratto di questa città che contraccambia amore («[…] as I … Continua a leggere

La poesia di Chandra Livia Candiani (con antologia di testi)
Poesia

La poesia di Chandra Livia Candiani (con antologia di testi)

di Bruno Nacci Le poesie di Chandra Livia Candiani hanno come caratteristica principale, mi pare, una voce pacata, spesso interlocutoria, che,  lontano da ogni tentazione simbolica, orfica o ermetica, esprime contenuti inquietanti ma tenuti a bada con l’antica arte del racconto fiabesco. Il loro cuore pulsante, ciò che le unisce e riaffiora costantemente, è un … Continua a leggere

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): “Il fiume evitabile, il fiume inevitabile”
Diari newyorkesi/Poesia/Speciali/Travelogue

“Diari newyorkesi” (rubrica di poesie e prose su New York): “Il fiume evitabile, il fiume inevitabile”

Ripropongo una della  prime puntate del Diari newyorkesi uscite su Nuok. Le vorrei ripubblicare tutte nei mesi a venire  in modo da avere qui su Samgha la serie completa ed evitare dispersioni. Questa qui presentata è una generosa selezione di testi di Alessandro Carrera che rende bene l’idea della capacità di osservazione e di rielaborazione … Continua a leggere

«Che senso ha tutta questa litania» (da: Cesare Viviani, “Infinita fine”, Torino, Einaudi 2012)
Recensioni

«Che senso ha tutta questa litania» (da: Cesare Viviani, “Infinita fine”, Torino, Einaudi 2012)

di Giorgio Luzzi* Che senso ha tutta questa litania di conoscenze, se dice di amare chi è al suo fianco? Forse che la perfezione si raggiunge con la memoria e l’ossessione? O come un improvviso aperto bagliore solare, non in graduale crescita dall’alba, il coraggio di questa voce gridata sul paesaggio, aperta, ma anche inestinguibili … Continua a leggere

Andrea Temporelli, “Terramadre”, Rovigo, Il ponte del sale, 2012
Poesia/Recensioni

Andrea Temporelli, “Terramadre”, Rovigo, Il ponte del sale, 2012

di Sebastiano Aglieco* È lo stesso autore  a rivendicare nelle note di questo libro, uno «sviluppo nervoso,  con improvvisi scatti anche all’indietro» della sua scrittura, «agglomerazioni provvisorie di poesie collassate in scritture sommerse», implose o addirittura rifiutate,  e tra l’altro il libro si situa nelle complesse vicende cronologiche di composizione che hanno interessato anche Il … Continua a leggere

Il Qui e Ora nella scrittura: il buddismo e la letteratura
Frammenti di scrittura/Speciali

Il Qui e Ora nella scrittura: il buddismo e la letteratura

diDianella Bardelli* Scrivere non è denominare le cose, dare loro dei nomi. Scrivere è prendere coscienza delle cose: cose percepite con i sensi, emozioni, ricordi, idee, ispirazioni. Nella Poesia e Prosa Spontanea esperienza e parola coincidono, ovvero si tende a fare in modo che coincidano. Come dire che avere esperienze significa, tramite la scrittura, averne … Continua a leggere

Cristina Annino, “Magnificat. Poesie 1969-2009”, a cura di Luca Benassi, prefazione di Stefano Guglielmin, Puntoacapo (collana Format), Novi Ligure (AL), 2009
Poesia/Recensioni

Cristina Annino, “Magnificat. Poesie 1969-2009”, a cura di Luca Benassi, prefazione di Stefano Guglielmin, Puntoacapo (collana Format), Novi Ligure (AL), 2009

di Donato Di Stasi* 1. Magnificando Magnificat. Fra le voci più persuasive del teatro attuale della poesia, Cristina Annino lavora ferocemente e pazientemente con i segni dell’esistenza  e della realtà; opera di taglio con contrazioni, cesure, anacoluti, rigenera  le frasi idiomatiche, rende unici persino i pleonasmi. Parte sempre da una discorsività di basso livello, subitamente elevata … Continua a leggere

Paolo Donini, “L’ablazione”, La vita felice, 2010
Poesia/Recensioni

Paolo Donini, “L’ablazione”, La vita felice, 2010

di Sebastiano Aglieco Ablazione, dal latino ablatus, auferre, “portar via” è usato sia in medicina con il significato di “asportazione”, sia in diritto dove indica il “provvedimento che toglie il godimento e l’esercizio di un diritto o interesse”.  E’ il senso centrale di questa poesia, il suo smuoversi da un luogo – quello di un evento … Continua a leggere

I libri migliori

Giancarlo Consonni, Chiarìe, Edizioni Fuoridalcoro, con un intervento grafico di Gianni Bolis

Da sempre attento alle  discrete suggestioni del mondo naturale e senza alcuna pretesa di ricavarne apologhi o di elevarlo a simbolo, Giancarlo Consonni ci regala con queste dieci brevissime poesie il miracolo compiuto di una poesia che si regge sul filo della propria fragilità. Sono fotogrammi di piccoli  eventi: il mandorlo in fiore, lo schiocco … Continua a leggere

I libri migliori

Le possibili vite

di Fabio De Santis Tomaso Pieragnolo, nuovomondo, Firenze, Passigli, 2010.   Ho accolto con piacere l’avere incrociato la mia attività di lettore con il libro di Tomaso Pieragnolo. Un’opera di spessore insolito, certamente lontana da un modo prevalente di scrivere “sacrificato” ad un minimalismo che da un lato investe sulla scrittura lineare, prosastica, affascinata dai … Continua a leggere

Confidiamo in Discovery Channel
Saggi

Confidiamo in Discovery Channel

di  Emma Pretti* Leopardi denunciava già ai suoi tempi come la poesia fosse schiacciata dal sovrabbondante numero di poeti rispetto all’esigua quantità di lettori e di estimatori del genere letterario in cui tutti si cimentano come autori e in pochissimi si propongono come lettori. Sorprende leggere come nella sua operetta Il Parini ovvero della gloria il … Continua a leggere

I libri migliori

La scomparsa dei posteri. Premessa ad un discorso sulla poesia

di Fabio De Santis Un funerale Se l’Ottocento ci ha consegnato un celebre funerale, quello di Dio, dell’altra clamorosa sepoltura, avvenuta nel XX° secolo, non se ne è parlato abbastanza, probabilmente. La scomparsa della posterità, infatti, è sembrata consumarsi senza clamori, forse perché non ha infranto cuori, non ha incontrato il disappunto di potenti correnti … Continua a leggere