Lo sperpero corrotto del tempo: “Misinabì” di Giulio Maffii
Poesia

Lo sperpero corrotto del tempo: “Misinabì” di Giulio Maffii

a cura di Teresa Caligiure Su  quale materia verte la poesia? “Proprio su niente” risponde con vigorosa e sfuggente ironia Guglielmo IX d’Aquitania in uno dei versi più celebri della lirica trobadorica sul quale Giulio Maffii fonda le premesse del suo dire. La nuova raccolta poetica di Maffii, Misinabì, edita da Marco Saya Edizioni (Milano, … Continua a leggere

Atonalità ritmica e resistenza poetica nella poesia di Giulio Maffii
Poesia/Recensioni

Atonalità ritmica e resistenza poetica nella poesia di Giulio Maffii

di Ivano Mugnaini L’idea iniziale del libro di Giulio Maffii, L’odore amaro delle felci (Edizioni della Meridiana, Firenze, 2012), nasce da un espediente: l’utilizzo di una lirica di Margherita Guidacci come fonte di ispirazione e confronto, ma anche come magazzino, o, meglio, come bosco vivo da cui trarre legno e humus per far nascere un … Continua a leggere