L’oscura polifonia del male: Dante e il problema della “lingua daemonum”
Poesia/Saggi

L’oscura polifonia del male: Dante e il problema della “lingua daemonum”

di Alessandro Raffi*  Durante il percorso che inizia lungo le sponde dell’Acheronte e si conclude alle porte della città di Dite, Dante e Virgilio fanno esperienza di una prima schiera di demoni che svolgono mansioni di nocchieri o di custodi. L’intera gerarchia infernale, immagine deformata e capovolta della gerarchia celeste, appare indissolubilmente legata all’assegnazione di … Continua a leggere