Intervista a Vittorio Sermonti, voce della  “Commedia” di Dante
Interviste/Poesia

Intervista a Vittorio Sermonti, voce della “Commedia” di Dante

Oggi, 24 novembre 2016, è venuto a mancare il Professor Vittorio Sermonti, narratore, poeta, saggista, traduttore, regista, attore, dantista, che ha dato voce alla ‘Commedia’ di Dante con il suo contributo critico e attraverso una lunga serie di notevoli e appassionanti letture pubbliche. Ripropongo l’intervista che con squisita disponibilità il Professor Sermonti mi ha concesso … Continua a leggere

I libri parlano con più persone: i sogni dei malinconici  e l’ascesa a Pechino di Matteo Ricci
I libri parlano con più persone/Saggi/Speciali

I libri parlano con più persone: i sogni dei malinconici e l’ascesa a Pechino di Matteo Ricci

di Gianni Criveller* Il 1595 fu un anno cruciale per Matteo Ricci, il gesuita maceratese che introdusse la fede cristiana in Cina  mediante la via dell’amicizia, del dialogo culturale e scientifico. Egli ebbe, per la prima volta, la possibilità concreta di raggiungere Pechino,  ma una volta giunto a Nanchino fu abbandonato a se stesso dal … Continua a leggere

L’oscura polifonia del male: Dante e il problema della “lingua daemonum”
Poesia/Saggi

L’oscura polifonia del male: Dante e il problema della “lingua daemonum”

di Alessandro Raffi*  Durante il percorso che inizia lungo le sponde dell’Acheronte e si conclude alle porte della città di Dite, Dante e Virgilio fanno esperienza di una prima schiera di demoni che svolgono mansioni di nocchieri o di custodi. L’intera gerarchia infernale, immagine deformata e capovolta della gerarchia celeste, appare indissolubilmente legata all’assegnazione di … Continua a leggere

Pasquale Di Palmo, “Marine e altri sortilegi”
Poesia/Recensioni

Pasquale Di Palmo, “Marine e altri sortilegi”

di Maurizio Casagrande Già nel titolo, l’ultimo lavoro di Pasquale Di Palmo, Marine e altri sortilegi (Il Ponte del Sale, Rovigo, 2006), orienta il lettore nella direzione di un esercizio di esorcismo al fine di stornare il negativo della vita, non tanto mediante la sua negazione, ma piuttosto attraverso lo sforzo strenuo (di ascendenza filosofica più che … Continua a leggere

Per un capitolo di petrarchismo novecentesco: Vittorio Sereni
Poesia/Saggi

Per un capitolo di petrarchismo novecentesco: Vittorio Sereni

di Pietro Russo* Volendo sintetizzare, in relazione al patrimonio letterario della tradizione, la storia della poesia italiana nel Novecento, frastagliata e naturaliter polifonica, converrà rivolgerci a un’efficace formula di Berardinelli  che riconosce in una «fuga volontaria da Petrarca e ritorno di un Petrarca rimosso e negato»[1] la chiave di lettura delle vicende poetiche del secolo … Continua a leggere

Conversazione con Nuccio Ordine su “L’utilità dell’inutile”
Interviste/Saggi

Conversazione con Nuccio Ordine su “L’utilità dell’inutile”

di Teresa Caligiure “In una società in cui viene ritenuto utile solo ciò che produce profitto, non ci si rende conto che tutti quei saperi ritenuti inutili, perché non producono profitto, sono fondamentali per l’umanità”. Così il filosofo Nuccio Ordine, nel suo prezioso volume dal titolo L’utilità dell’inutile. Manifesto. Con un saggio di Abraham Flexner … Continua a leggere

Tra peltro e sagrato. Antologia inedita di Gilberto Sacerdoti
Poesia

Tra peltro e sagrato. Antologia inedita di Gilberto Sacerdoti

a cura di Teresa Caligiure Il vigore poetico di Gilberto Sacerdoti risiede nell’autenticità del suo dire. Apparentemente semplice e arioso, il suo linguaggio vira su suoni aspri (come direbbe Dante) e termini-chiave mediterranei e terragni, che convocano un’antitesi fra cielo e terra. Una scrittura asindetica, quella dell’autore, tesa alla ricerca dell’immediatezza, attraverso i numerosi deittici, … Continua a leggere

Intervista a Vittorio Sermonti, voce della  “Commedia” di Dante
Interviste/Poesia

Intervista a Vittorio Sermonti, voce della “Commedia” di Dante

a cura di Teresa Caligiure La passione di Vittorio Sermonti per Dante risale alla sua prima adolescenza per poi rivelarsi pubblicamente da venticinque anni a questa parte nella lettura integrale delle terzine della Commedia precedute da rigorosi e travolgenti racconti critici, prima alla radio, poi a Ravenna, Roma, Firenze e Milano, e poi, singolarmente, nei teatri, nelle … Continua a leggere

Profane commedie. La quarta dimensione tra scienza e arte
Saggi/Speciali

Profane commedie. La quarta dimensione tra scienza e arte

di Luigi Zuccaro* Perché, secondo l’opinione mia, a chi vuole una cosa ritrovare, bisogna adoperar la fantasia. E se tu non puoi ire a dirittura, mill’altre vie ti posson aiutare.  –Galileo Galilei, “Contro il portar la toga” 1. Introduzione. Anche la letteratura ha una sua unità di tempo, spazio e azione, come ci insegnava  Aristotele; questa unità, nell’età contemporanea … Continua a leggere

Tre domande a Enrico Fenzi sulla nuova edizione del “De vulgari eloquentia”
Interviste/Poesia/Saggi

Tre domande a Enrico Fenzi sulla nuova edizione del “De vulgari eloquentia”

di Teresa Caligiure Interrotto al secondo libro e composto probabilmente tra la fine del 1302 e i primi mesi del 1305, il De vulgari eloquentia è una delle opere fondamentali della maturità di Dante. Enrico Fenzi ha da poco curato una nuova edizione commentata del trattato latino, corredata  di traduzione, per la Salerno Editrice. Il curatore … Continua a leggere