Pasquale Di Palmo, “Marine e altri sortilegi”
Poesia/Recensioni

Pasquale Di Palmo, “Marine e altri sortilegi”

di Maurizio Casagrande Già nel titolo, l’ultimo lavoro di Pasquale Di Palmo, Marine e altri sortilegi (Il Ponte del Sale, Rovigo, 2006), orienta il lettore nella direzione di un esercizio di esorcismo al fine di stornare il negativo della vita, non tanto mediante la sua negazione, ma piuttosto attraverso lo sforzo strenuo (di ascendenza filosofica più che … Continua a leggere

Petite suite. Per ringraziare la pioggia del mattino
Narrativa italiana/Racconti

Petite suite. Per ringraziare la pioggia del mattino

di Ivano Mugnaini Così che il mondo si vede come socchiudendo gli occhi nuotar nel biondo Eugenio Montale, Minstrels da C. Debussy, in Ossi di seppia, 1927 “Ritornello rimbalzi / tra le vetrate d’afa dell’estate./ Acre groppo di note soffocate,/ riso che non esplode/ ma trapunge le ore vuote./ Musica senza rumore/ che nasce dalle … Continua a leggere

Tiziano Salari, “Essere e abitare. Da New York a Parigi. Dialogo sulla poesia e le metropoli”, Bergamo, Moretti e Vitali, 2010
Poesia/Recensioni

Tiziano Salari, “Essere e abitare. Da New York a Parigi. Dialogo sulla poesia e le metropoli”, Bergamo, Moretti e Vitali, 2010

di Sebastiano Aglieco Suggerirei di incominciare a leggere questo libro a partire dalla famosa dichiarazione leopardiana sulla doppia vista, citata da Tiziano Salari a pag. 251: “All’uomo sensibile e immaginoso, che viva, come io sono vissuto gran tempo, sentendo di continuo e immaginando, il mondo e gli oggetti sono in certo modo doppi. Egli vedrà cogli … Continua a leggere