Ghostwriting e letteratura alternativa
Saggi

Ghostwriting e letteratura alternativa

di Marco Faini 1. A metà del Cinquecento Anton Francesco Doni, scrittore fiorentino ma trapiantato a Venezia, inserí nei suoi Marmi un’invettiva contro quegli autori che, servendosi di repertorî enciclopedici, assemblavano sveltamente opere di qualunque sorta per inseguire il rampante mercato editoriale di quegli anni: «Avete voi a rubar sempre da questo e quell’altro autore sí spensieratamente? non sapete … Continua a leggere